Trapani, nuova pianta organica Asp  Gucciardi: "Più professionalità"

Baldo GucciardiNuova pianta organica all'Asp di Trapani. L'atto aziendale dell'azienda sanitaria è stato approvato con un decreto dell'assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi. Oggi la Direzione Strategica Aziendale dell'Asp ha presentato alla stampa, ai sindaci del territorio e alle organizzazioni sindacali la nuova dotazione organica. Alla conferenza stampa del direttore generale Fabrizio De Nicola ha partecipato anche Gucciardi. "Abbiamo ridisegnato la rete ospedaliera di questa Asp - ha detto De Nicola - nel rispetto del tetto di spesa che con l'incremento determinato dall'assessorato, raggiunge così 191 milioni 463 mila euro. La necessità quindi è stata da un lato quella di dover garantire il suindicato tetto di spesa, dall'altro i Lea (Livelli essenziali di assistenza) previsti dal ministero, sia nell'area ospedaliera che territoriale. Abbiamo così definito la nuova dotazione organica, per un numero complessivo di 4.176 unità di personale (rispetto alle 3.665 della precedente dotazione del 2011). Si tratta così di 511 unità in più ( 101 medici e 404 unità di comparto) che permetterà, di garantire i Lea in tutte le strutture dell'azienda, con particolare attenzione alle Aree di Emergenza e Punti nascita, avendo previsto al riguardo un incremento di personale ai Pronto Soccorso in relazione alla presenza di Obi (Osservazione breve intensiva) e di attività di Triage, i cui posti letto sono stati oggi attivati in tutti i presidi ospedalieri dell'Asp. Ma non solo – ha aggiunto De Nicola – in questi anni, in cui non abbiamo potuto reintegrare con nuove assunzioni il personale che è andato in pensione, anche il numero della vecchia pianta organica è decresciuto con la perdita di 235 medici e 225 di comparto, tra infermieri, operatori socio sanitari e ausiliari. Pertanto le nuove assunzioni previste – ha aggiunto - sono così di ben 971 unità, che consente di incrementare tutte le strutture ospedaliere della provincia. E' stato inoltre previsto l'inserimento di alcune figure professionali ritenute strategiche, per i compiti di programmazione, pianificazione, controllo e gestione aziendale, informatizzazione dei servizi, gestione delle risorse energetiche, internal auditor, statistici (registro tumori), fisici sanitari, assistenti sociali". Le nuove assunzioni permetteranno di attivare tutti i posti letto dei nostri presidi ospedalieri, e così ad esempio l'ospedale di Trapani dai 258 posti letto passerà a 330, quello di Marsala da 117 a 196 e Mazara del Vallo da 52 a 128. "Attiveremo una task force – ha proseguito il direttore generale – che si occuperà di attivare tutte le procedure di stabilizzazione , di mobilità e concorsuali, per accelerare al massimo il percorso. Per citare poi alcune strutture attivate, a Trapani si crea un Polo Cardiovascolare con Chirurgia vascolare ed emodinamica, mentre la Neurologia avrà la neuroriabilitazione e la rete di Stroke Unit di II livello, e la Radiodiagnostica sarà dotata di screening mammografico e di Medicina nucleare, con la nuova PET che sarà inaugurata nelle prossime settimane. Infine per completare le strutture dedicate alla oncologiaè prevista la realizzazione di una strutture di Radioterapia con quattro posti letto".