11.3 C
Marsala
mercoledì, Febbraio 1, 2023

Tecnologie a confronto nella produzione di biometano da FORSU

Must read

Il Decreto Biometano del 2 marzo 2018 ha come obiettivo e finalità di promuovere l’uso del biometano e degli altri biocarburanti avanzati nel settore dei trasporti, in quest’ottica è importante la comprensione dei processi interni alla filiera della produzione di biometano partendo dalla gestione di FORSU, RSU, SOA giungendo, dopo il pretrattamento e la digestione anaerobica, alle diverse soluzioni tecnologiche per l’upgrading del biogas e alcuni case studies.

L‘Italia è il paese ideale per la produzione di biometano, soprattutto per l‘autotrazione visti i seguenti indicatori molto positivi:

– Alto numero di impianti di biogas: 1.995 impianti in funzione 1.400 MWel installati

– Estesa rete di gas naturale: 40.200 km di rete di trasporto, 19 mld di Nm3 capacità di stoccaggio

– Maggior mercato EU di auto a gas: 3,35 mln (circa l’8%) di cui 1,1 milioni a metano

– Primo Paese EU per numero di distributori: 1.248 impianti (03/2018) circa 31% sul totale EU

Ne abbiamo parlato con Michael Niederbacher, CEO BTS- Biogas che con più di 200 referenze in Italia e nel mondo, è leader tecnologico nella produzione di biogas valorizzando materiali organici difficili da “digerire” come appunto scarti, sottoprodotti e rifiuti.

“Il processo di digestione anaerobica -dice Niederbacher- una volta che i substrati giungono all’impianto, avviene a valle di sistemi di separazione, triturazione, desabbiatura ed eventuale igienizzazione.

L’azienda ha ingegnerizzato i suoi sistemi di upgrading (purificazione del biogas da digestione anaerobica) che diviene biometano.

Sono quattro le tecnologie BTS, ossia Membrane, Assorbimento a pressione oscillante, Lavaggio chimico, Lavaggio ad acqua.

Quali sono le nuove prospettive e tecnologie proposte in tema di smaltimento rifiuti?

Sperimentando i primi impianti di biogas in Italia, abbiamo compreso che il ciclo del riuso ha un enorme potenziale economico e che sarebbe divenuto il fulcro dell’economia del futuro. Non basta più pensare di smaltire rifiuti e scarti. Oggi serve pensare più in grande e progettare tecnologie e modelli gestionali sempre più efficienti.

Perché investire nella produzione di biometano?

L’esperienza nel mondo industriale e agricolo ci ha insegnato che il biometano, prodotto da tutti i tipi di biomassa, sarà una chiave di volta fondamentale. Investire in questa direzione significa pianificare una ricchezza innovativa in un mondo che ha sempre più bisogno di energia ed efficienza. Abbiamo portato anche nel sud Italia la nostra visione del futuro e presentare modelli e tecnologie per lo sviluppo sostenibile della gestione dei rifiuti, della mobilità e dei trasporti.

Rosalba Pipitone

 

Ultimi articoli