23.3 C
Marsala
giovedì, Settembre 29, 2022

Disegno divino o libero arbitrio: come nasce una guerra?

Must read

Credo ut intelligam, intelligo ut credam. Credo per comprendere, comprendo per credere. Con questa idea Sant’ Agostino affermò che condizione e fondamento della ricerca razionale fosse la fede; d’altra parte l’uomo, grazie all’intelletto, può accogliere e comprenderne meglio i contenuti. Tuttavia è opportuno chiarire prima il significato dei termini “fede” e “ricerca razionale”: il primo, per definizione, è “la credenza piena e fiduciosa che procede da intima convinzione o si fonda sull’autorità altrui più che su prove positive”; il secondo è un procedimento condotto mediante l’uso della ragione e che si basa su dati reali e appurati. Per il teologo che ha dedicato il suo impegno filosofico alla possibile convivenza tra fede e ragione, dove quest’ultima non ha risposte subentra la convinzione in Dio. Applicando questo concetto ai fatti dell’Ucraina, sempre sostenendo un’idea del filosofo di Ippona, il male a cui assistiamo è dovuto al libero arbitrio concesso da Dio agli uomini. La facoltà di scegliere è stato il motivo dello scisma tra cattolici e protestanti, poiché Lutero sostiene che la salvezza sia concessa agli uomini per il principio di giustificazione per fede, mentre all’epoca il cattolicesimo sosteneva che la salvezza veniva raggiunta anche per i comportamenti in terra. Infatti Roma, e questo provocò uno scandalo, concedeva l’indulgenza anche attraverso l’elemosina. In ragione di ciò, le uccisioni di Mariupol, Charkiv, Leopoli non trovano ragione e probabilmente anche per i credenti non è facile trovare giustificazioni. D’altronde è un vulnus ancora aperto del cristianesimo.

Vittorio Alfieri

Ultimi articoli