29.9 C
Marsala
venerdì, Agosto 12, 2022

Marsala e la vita dei disabili: “Non si risparmia sulla dignità”

Must read

Ieri, in una calda giornata di fine giugno, ci si reca ad un incontro avendo ricevuto un un invito dall’assessora alle politiche sociali Avv.V.Piraino e dalla d.ssa I.Bonanno, garante della disabilità, per rendere più vivibile la città per la comunità disabile e fornire servizi alla stessa. La richiesta di dare un contributo è avvenuta, oltre al fatto che lo scrivente sia un disabile, soprattutto per la battaglia di civiltà condotta grazie al supporto della testata che mi ospita, Tp24, e a Video h24per l’istituzione della figura del garante. L’inizio non promette bene, l’ascensore non funziona per accedere alla stanza della Piraino. Si chiede ospitalità ad un ufficio al pianterreno, ci accoglie Giusi, impiegata non vedente, anima dimostratasi nobile. Si conoscono due donne sensibili e competenti della materia. La Piraino prende nota di  alcuni suggerimenti, come una campagna di sensibilizzazione per l’inclusione dei diversamente abili e portare a conoscenza della figura del garante. Personalmente si è ribadito l’importanza del caregiver e per ciò, laddove ce ne fosse bisogno, di un sostegno materiale e psicoterapico. La Bonanno suggerisce semafori dotati di segnalazioni acustiche, pulsanti di chiamata, pavimentazione e percorso tattile per non vedenti e la creazione di un punto d’ascolto. Una personale ambizione: un centro d’incontro che tenga in considerazione le diverse disabilità, ossia psichica, sensoriale, fisica e motoria, avulsa dalla classe politica e gestito dalle associazioni. L’assesora ha colto benissimo una richiesta importante dei disabili: garantire loro la dignità. Il pomeriggio si è concluso con questa testimonianza struggente, la poesia “Vedo” di Giuseppa Bilardello, per i conoscenti Giusi.
“Vedo il mondo scolorito…
Delle persone, che si drogano, rubano, uccidono violentano, tutto questo è una delinquenza.
Dovrebbe esserci pace, solamente pace.
Vedo le stelle di diverso colore.
Vedo le ragazze e i ragazzi che mi amano, loro mi hanno dato amore, affetto, gioia e felicità.
Vedo il sole giallo e il cielo azzurro; vorrei vedere tutto il mondo, tutte le persone.
Vedo, ma allo stesso momento non vedo nessuno…
Vedo solamente il Signore”

L’assistente di Giusi è Donato, un giovane che ha scelto di fare il Servizio Volontario Universale. Nella società esistono raggi di solidarietà.

Vittorio Alfieri

Ultimi articoli