32.7 C
Marsala
mercoledì, Giugno 29, 2022

L’amico immaginario scritto da Matthew Dicks

Must read

Giuliaaa

“La fantasia è una naturale attività umana, la quale certamente non distrugge e neppure reca offesa alla Ragione, né smussa l’appetito per la verità scientifica, di cui non ottunde la percezione. Al contrario: più acuta e chiara è la ragione, e migliori fantasie produrrà. ” J.R.R.Tolkien
” I genitori di Max mi chiamano l’amico immaginario. Non sono immaginario. ” sono le frasi introduttive del romanzo L’amico immaginario scritto da Matthew Dicks.
Per Max vivere è una faccenda piuttosto complicata: va in tilt se deve scegliere tra due colori, non sopporta il minimo cambio di programma, detesta essere toccato, persino da sua madre. Del resto ha nove anni ed è un bambino autistico. Per fortuna c’è Budo, il suo invisibile e meraviglioso amico immaginario che non lo abbandona mai e da molto vicino ci racconta la sua storia.
Finché un giorno accade qualcosa di terribile: Budo vede Max uscire nel cortile della scuola e sparire nell’auto della signora Patterson, la maestra di sostegno. Lo chiama, gli ordina di fermarsi, lo rincorre, ma è tutto inutile. L’auto sfreccia via e per la prima volta Budo è solo. Da quel momento, di Max non si hanno più notizie. E quando a scuola arriva la polizia per interrogare gli insegnanti, Budo è l’unico a sapere con certezza che la signora Patterson non sta dicendo la verità. Ma nessuno al mondo può sentire le sue parole, nessuno, tranne il suo amico scomparso..
È un romanzo avvincente, un libro che si legge tutto d un fiato, una lettura adatta a tutte le età che non delude. Non è un semplice racconto per bambini come il titolo lascerebbe intendere, è molto di piu.
La sorpresa, l’originalità di questo libro sta proprio nel narratore: l’amico immaginario di Max, un bambino autistico di nove anni che ha una mente molto fantasiosa e immagina Budo come un vero e proprio essere umano. Il lettore si trova catapultato nella storia attraverso le descrizioni che l’autore fa fare a Budo, il quale descrive minuziosamente le avventure e disavventure del piccolo Max, facendoci comprendere, attraverso una scrittura lineare e chiara, come i bimbi autistici percepiscono il mondo che li circonda.
Un libro divertente, avventuroso e pieno di suspens, diverso da tutti gli altri libri… una storia che ha qualcosa di magico.

Ultimi articoli