I bambini, fiori più belli del giardino della vita

0
16
1Bimbi

2Bimbi25 nomine d’Alfieri della Repubblica italiana, tra cui due giovanissimi siciliani, una ragazza e un ragazzo, abbia conferito l’onorificenza anche a Mavì. Chi è questa piccola donna? Presto la risposta: è una minore, ma non diciassettenne come la ragazza della Trinacria insignita, bensì una bambina di soli 9 anni, della provincia di Bologna. Perché il riconoscimento? Mavì ha donato i suoi capelli mai tagliati dalla nascita, lunghi 80 centimetri, di cui ne ha tolti 70, per creare parrucche ai malati oncologici. Mavì adorava i suoi capelli quando ha manifestato il desiderio ai genitori, molto sorpresi dalla decisione, dichiarando “A me ricresceranno”. Si sono attivati per realizzare il nobile pensiero, divenuto poi realtà. Il gesto toccante fa pensare che anche al tempo del Coronavirus può nascere un fiore, che nonostante le nefandezze di questo periodo, vedi speculazioni sui presidi sanitari (mascherine), respingimento dei migranti, mancato rispetto delle regole (distanza di sicurezza, guanti e mascherina), ripetuti tentativi di approfittarsi del prossimo, la nostra nazione non meriti l’estinzione. Gesti del genere danno speranza e confermano che le anime delle giovanissime generazioni non sono corrotte, come anche alcuni degli adulti per fortuna. È nato un altro fiore nel nostro giardino Italia, che nessun inverno potrà mai gelare.    Vittorio Alfieri