Progettare e costruire in Sicilia: ingegneri e tecnici a confronto

0
28

Si svolgerà il prossimo 29 novembre il seminario dedicato al tema “Progettare e Costruire in Sicilia, quali permessi e quali controlli – SCIA, P.d.C., CILA: cosa cambia con l’evoluzione urbanistica”, organizzato dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Trapani e dalla Fondazione Ordine degli Ingegneri della Provincia di Trapani. L’evento si svolgerà dalle ore 15:15 alle ore 19:30 e sarà possibile seguirlo in presenza o in streaming. Diretto a tutte le figure professionali che intervengono nella produzione di un progetto edilizio, il momento di formazione si pone l’obiettivo di riflettere su tecniche di analisi, strumenti e metodologie di intervento per la definizione e la verifica del progetto e la sua collocazione nel quadro della normativa urbanistica vigente in Sicilia. Vista la complessità e la rilevanza dell’argomento, al seminario sono stati invitati i rappresentati di tutte le amministrazioni comunali del trapanese e dei rispettivi uffici tecnici. I lavori prenderanno il via alle ore 15:15 con i saluti dei Presidenti degli Ordini Provinciali della Sicilia: l’Ingegnere Giovanni Indelicato (Trapani), l’Ingegnere Achille Furioso (Agrigento), l’Ingegnere Fabio Corvo (Caltanissetta), l’Ingegnere Salvatore Milici (Enna ), l’Ingegnere Vincenzo Dimartino (Ragusa), l’Ingegnere Sebastiano Floridia (Siracusa) per proseguire poi con i saluti del Portavoce del Tavolo Permanente della Professioni Tecniche, Dott. Geom. Francesco Parrinello, e del Presidente della Fondazione Ordine degli Ingegneri Trapani, Ingegnere Giuseppe Galia. A seguire, alle ore 15:30, è in programma l’intervento dell’Ingegnere Carlo Pagliai, urbanista, formatore e scrittore, che si soffermerà su “SCIA, il P.D.C., le varianti essenziali, le varianti minime e varianti di progetto”. Seguirà poi il contributo dell’Ingegnere Nunzio Santoro, Dirigente del IV Settore Ufficio Tecnico di Barcellona Pozzo di Gotto, esperto di urbanistica e coordinatore della Commissione Urbanistica della Consulta, che parlerà delle modifiche e delle innovazioni apportate alla L. 16/2016 dalla L.R. 23/2021. “Trasferimento diritti edificatori, l’attuale formulazione dell’art. 22 della L.R. 16/2016 a seguito della modifica introdotta dall’art. 17 della L.R. 23/2021, documentazione relativa alle spettanze dovute ai professionisti per le procedure di rilascio dei titoli abilitativi ex art. 31 L.R. 23/2021, analisi del modello A allegato alla L.R. 23/2021 saranno invece gli argomenti che affronterà l’avvocato Antonino Cannizzo, amministrativista ed esperto in questioni urbanistiche. La partecipazione all’evento è possibile esclusivamente previa prenotazione.