Ricordi ed emozioni

0
4
pensieriparole

foto x rubrica<< Non cancello i miei ricordi, li trattengo dentro al cuore. Mi serviranno quando un giorno lontano sorridendo di fronte ad una finestra li risfoglierò uno ad uno per riassaporare quella cosa che ormai lentamente scorre; la mia vita.>> – Silvia Nelli-. Ricordi ed emozioni sono strettamente legati tra loro, gli uni non possono fare a meno degli altri. Il termine Ricordo, in parecchi vocabolari della lingua italiana, viene definito come “l’atto di riportare alla memoria qualcosa o qualcuno”e ciò implica per forza provare delle emozioni. Il ricordo è come un film a ritroso di noi stessi e, come la maggior parte delle pellicole sanno fare, ci lascia dentro delle forti emozioni. Ogni volta che ricostruiamo nelle nostra mente il nostro passato, ciò che ci è successo in una specifica situazione (bella o brutta che essa sia), in automatico ricordiamo le esatte emozioni che abbiamo provato in quel frangente. E’ pura matematica applicata alla vita: << Due variabili si dicono proporzionali se esiste una relazione tra loro>>, cosi le variabili emozione e ricordo sono direttamente proporzionali. Sono le emozioni a scolpire la nostra memoria. A seconda delle emozioni sensazionali di cui si tinge un episodio, lo ricorderemo in maniera più o meno intensa. I ricordi sono un patrimonio indelebile sia della memoria che del cuore. Ciò che ci accompagna durante la nostra vita e ciò che resta fino alla fine, è il lavoro compiuto, la correttezza e il rispetto per se stesso e per gli altri. Anche se le immagini si offuscano col passare del tempo, la bellezza dei ricordi e delle emozioni ci apparterranno per tutta la vita, perché essi sono i luoghi della nostra mente dove possiamo rifugiarci senza essere disturbati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui